I numeri del settore edilizio

I numeri del settore edilizio

| Avvocato Federico Bocchini | News Blog

204 visite

Quali sono i numeri del settore edilizio?  Quanto potranno incidere i bonus sul comparto immobiliare?

Quanto potranno aiutare ed incentivare il comparto edilizio i bonus dello Stato?

Bisogna considerare come il settore dell’edilizia sia che quello che ha subito la crisi peggiore dell’ultimo decennio, registrando un crollo del 25% degli investimenti e vedendo ridursi di 530 mila unità la forza lavoro.

Da un’analisi dell’Osservatorio statistico dei Consulenti del lavoro, che si occupa di analizzare i dati del settore a livello italiano ed europeo, nel Vecchio continente si sono persi 3,4 milioni di posti lavoro in dieci anni, mentre in Italia 539 mila.

Eppure il comparto delle costruzioni rappresenta in Italia quasi il 45% degli investimenti nazionali e vale circa il 10% del PIL, oltre al 6% del livello occupazionale.

Una crisi quindi che ha inciso e non poco nel settore, ma se a patire maggiormente sono stati gli investimenti per la realizzazione di nuove costruzioni che hanno visto un decremento del -51,3%, il settore con maggior ripresa è stato quello legato agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria con un +74%.

Di questo incremento, sui 701 miliardi investiti dal 2009 al 2019, 218 miliardi sono stati mossi dagli incentivi fiscali che hanno attivato circa 300.000 posti di lavoro.

Quindi è possibile vedere questa opzione dei bonus come una opportunità per poter riqualificare il patrimonio edilizio italiano.

Analizzando questi dati, queste detrazioni sono una opportunità di rilancio in un momento difficile. Un volano, una possibilità di creare posti di lavoro, di investire nuovamente su un comparto che è trainante per l’economia italiana.

La maggiore convenienza per le famiglie a svolgere le ristrutturazioni edilizie, può sicuramente aiutare a rilanciare i cantieri ed a creare posti di lavoro.

Avv. Federico Bocchini

 

Condividi:

Cerca attraverso i tag: